Sostienici! Rivista-Impresa-Sociale-Logo-Mini
Fondata da CGM / Edita e realizzata da Iris Network
ISSN 2282-1694
impresa-sociale-3-2021-l-amministrazione-condivisa-e-le-sue-pratiche

Politiche

L’impresa sociale, un pilastro per le politiche

Redazione

Imprese sociali e rigenerazione urbana

Andrea Bernardoni, Massimo Cossignani, Daniele Papi, Antonio Picciotti

Terzo settore e reddito di cittadinanza

Armando Vittoria

Numeri

Quando si parla di numeri

Redazione

Le cooperative sociali prima e durante il Covid-19

Giuseppe Giulio Calabrese, Greta Falavigna

Startup innovative a vocazione sociale

Alessandro Laspia, Davide Viglialoro, Giuliano Sansone, Paolo Landoni

La complessità del sistema sanitario e assistenziale

Eddi Fontanari

Organizzazione

Le imprese sociali e la loro organizzazione

Redazione

Il contratto di rete tra cooperative sociali

Sara Depedri

Age-management nella cooperazione sociale

Giuseppe Guerini, Emmanuele Massagli, Maria Sole Ferrieri Caputi, Michele Dalla Sega

Recensioni

Oltre la solidarietà

Federico Creatini

Numero 3 / 2021

Amministrazione condivisa

L’amministrazione condivisa e le sue pratiche

Redazione

Impresa Sociale ha dedicato in questi mesi una costante attenzione al tema dell’amministrazione condivisa: coprogrammazione e coprogettazione rimandano ad una concezione in cui al Terzo settore e quindi alle imprese sociali è riconosciuto un ruolo di interesse generale, che pone queste organizzazioni accanto alle pubbliche amministrazioni, “dalla stessa parte del tavolo”, mosse dalla medesima tensione per un obiettivo comune. La nostra rivista ha anche più volte richiamato l’aderenza di questo modello al dettato dell’articolo 118 della Costituzione e il suo profondo valore trasformativo.

Oggi, con la diffusione delle esperienze di amministrazione condivisa, diventa sempre più urgente affiancare a questi ragionamenti e alle riflessioni giuridiche un ulteriore tipo di analisi, che prende le mosse dalle effettive pratiche di coprogrammazione e coprogettazione.

Lo si è fatto nel numero 2/2021, con un articolo di Marocchi che approfondisce un caso di coprogrammazione in provincia di Torino e lo si continua in questo numero con due importanti contributi di Luca Fazzi e di Nicola Grigion.

Fazzi sviluppa un’attenta riflessione per delimitare il perimetro entro cui l’amministrazione condivisa può assicurare un effettivo salto di qualità nel rispondere ai bisogni delle persone: non è certo la sola adozione di uno strumento, inteso come mera formalità amministrativa, a fare la differenza, se la progettazione sociale non è in grado di accogliere punti di vista diversi; ma l’amministrazione condivisa rappresenta in questo senso un’opportunità prima assente, che è nostro compito mettere a frutto.

Grigion approfondisce la valenza dell’amministrazione condivisa nell’accoglienza di migranti e richiedenti asilo; senza negare le criticità, si tratta di un esempio importante nel nostro paese in cui questa comunanza di intenti e visioni tra imprese sociali e pubbliche amministrazioni ha fatto la differenza.

Sostieni Impresa Sociale

Impresa Sociale è una risorsa totalmente gratuita a disposizione di studiosi e imprenditori sociali. Tutti gli articoli sono pubblicati con licenza Creative Commons e sono quindi liberamente riproducibili e riutilizzabili. Impresa Sociale vive grazie all’impegno degli autori e di chi a vario titolo collabora con la rivista e sostiene i costi di redazione grazie ai contributi che riesce a raccogliere.

Se credi in questo progetto, se leggere i contenuti di questo sito ti è stato utile per il tuo lavoro o per la tua formazione, puoi contribuire all’esistenza di Impresa Sociale con una donazione.